Facebook link

Wysowa-Zdrój - Obiekt - VisitMalopolska

Indietro

Wysowa-Zdrój

Wysowa-Zdrój

Drewniany budynek pijalni.
Wysowa-Zdrój 149, 38-316 Wysowa-Zdrój Regione turistica: Beskid Sądecki i Niski
tel. +48 183532096
tel. +48 882070103
Le prime notizie circa la presenza di acque minerali in questo luogo risalgono al XVII secolo. La loro varietà è dovuta alla circolazione dell’acqua tra strati di arenite e ardesie sovrapposte che la arricchiscono di minerali.
Tra le valli e dorsi di Beskid Niski (Basso) miti, raramente trafficati si nasconde Wysowal-Zdrój. Questa piccola città si trova in un'ampia vallata, nel cuore delle montagne, vicino al confine con la Slovacchia. Un ottimo microclima e le acque minerali locali fanno si che, la stazione termale non sia meno attraente per i turisti che le stazioni più grandi e più note.Storia:Wysowa è uno dei villaggi più vecchi di questa parte di Beskidy. Fondata già nella seconda meta del XIV secolo, lungo il tratto commerciale verso l'Ungheria. Anche se le sorgenti di acque minerali esistevano già prima, le loro sorprendenti proprietà curative cominciarono ad essere utilizzate solo dopo il 1812, dopo la costruzione del primo bagno termale. Ma la stazione è stata sviluppata per bene soltanto nel periodo tra le due guerre. Un villaggio romantico dopo la II guerra mondiale era espanso non molto felicemente, costruendo alcuni grandi case di cura. A Wysowa-Zdroj una parte delle acque è disponibile gratuitamente presso le riprese nel parco Zdrojowy, invece la maggior parte può essere assaggiata nella sala delle sorgenti nel padiglione in legno, restaurato nel 2006 (il precedente è bruciato mezzo secolo fa). Acque minerali: „Franciszek”, „Józef”, „Henryk”, „Aleksandra”. Offerta culturale e turisticaA Wysowa, anche se è un piccolo villaggio, c’è uno splendido parco Zdrojowy, ideale per una stazione termale. Da vedere c'è la sala delle sorgenti di acque minerali, fatta di legno, e inoltre una vecchia Casa Termale dell'inizio del XX secolo, ora la sede di un ristorante. La testimonianza della storia precedente di Wysowa – nell’ex villaggio di Łemko - è la chiesa ortodossa di legno di S. Michele Arcangelo del 1779. Al suo interno è possibile guardare ammirare un’iconostasi completa del barocco. Invece la chiesa in legno dell'Assunzione della Vergine è stata creata per gli ospiti della stazione negli anni 1936-38. Una passeggiata di un’ora da Wysowa porta lungo i sentieri turistici fino alla cappella Pokrowy, nascosta alle pendici della montagna Jawor, cioè della protezione della Vergine Maria, costruita nel 1929 nei pressi della sorgente di Głęboki Potok. Per i Łemkowie è la Montagna Sacra Jawor, il luogo delle apparizioni mariane. Nelle vicinanze di Wysowa è possibile visitare molte altre chiese ortodosse di legno. Alcune di loro sono veri capolavori di falegnameria. Meritano una visita le chiese nei villaggi Hańczowa (prima metà del XIX secolo), Uście Gorlickie (del 1786), Kwiatoń (la seconda metà del XVII secolo), o Skwirtne (del 1837). Un altro tipo di ricordi storici sono i numerosi cimiteri militari della I guerra mondiale, sparsi tra le montagne e le foreste. Essi sono la prova di combattimenti pesanti che vi si svolgevano, tra le truppe russe e l'imperatore austro-ungarico nel 1915 durante la cosiddetta. Gorlice offensiva. Per i due cimiteri, situati nelle montagne vicino al villaggio di Blechnarka, adiacente, a sud di Wysowa, portano dei percorsi pedonali brevi. Agli amanti dello sport aspetta un laghetto artificiale contenitore di Klimkówka. Il fiume Ropa che scorre qui, è stato diviso nel punto in cui entra nella valle della gola tra le cime alte di Pieniny Gorlickie. Alcune cime dei Beskid Niski sono denominate cosi per il fatto delle loro forme coraggiose e straordinarie ed estremamente ripidi pendii, che assomigliano alla scultura di Pieniny. Il lago Klimkówka è noto principalmente agli amanti di windsurfing, anche se i noleggi di attrezzature sulle rive del lago dispongono anche di kayak e di altri tipi d’imbarcazioni. Le cime dei Beskid Niski non elevate che dominano sopra la stazione termale incoraggiano sia per gite e l'escursionismo che il ciclismo. Nella zona di Wysowa sono segnati i relativi percorsi. I sentieri rossi portano a Kozie Żebro (847 m s.l.m.) e dopo con il sentiero rosso fino a Hańczowa accanto alla piccola chiesetta ortodossa in legno della Protezione della Madre di Dio della prima meta del XIX secolo (circa 3 ore). Da qua si può tornare a Wysowa con l’autobus o continuare la gita sul sentiero rosso attraverso il villaggio Ropki, e dopo il sentiero giallo per Ostry Wierch (938 m s.l.m.), da cui a Wysowa si rientra con il sentiero verde lungo il dorso del confine (da Hańczowa a Wysowa 3,30 ore). Gli amanti dell'equitazione dovrebbero proseguire ancora per 12 km presso le scuderie di cavalli Hucul a Gładyszów. È il più grande allevamento europeo di questi cavalli piccoli ma forti. Intorno, in montagna ci sono molti sentieri equestri designati. In inverno gli sciatori troveranno a Wysowa due piccoli ski lift. Quello più lungo con un percorso molto interessante è in Magura Małastowska, a circa 20 km dal centro termale. Beskid Niski, d'inverno è il luogo ideale per gli amanti del trekking, sci e l'escursionismo con racchette da neve.