Facebook link

Cracovia-Swoszowice - Obiekt - VisitMalopolska

Indietro

Kraków Swoszowice

Cracovia-Swoszowice

Swoszowice
Kąpielowa 70, 30-698 Kraków Regione turistica: Kraków i okolice
tel. +48 122547811
Swoszowice è l’unica città termale della Polonia situata al confine di una grande città, Cracovia. Qui, nella parte sud del quartiere Podgórze si trova un vero parco Zdrojowy con i bagni (stabilimento con bagni terapeutici) e con la Casa Termale.
Le terme di Swoszowice sono quasi le più vecchie della Polonia. Le informazioni benefiche sulle acque locali comprendenti lo zolfo, erano conosciute e utilizzate per i bagni terapeutici già nel XVI secolo, e due secoli prima, lo zolfo veniva estratto nella zona. Però, solo nel 1811 il professore dell’Università Jagellonica, Feliks Radwański, ex proprietario del villaggio, ha curato lo sviluppo della stazione termale ( il Professore Radwański è ricordato come il difensore dalla demolizione dei più conosciuti frammenti dei muri urbani come la Porta di San Floriano e il Barbacane di Cracovia). Grazie a Lui a Swoszowice fu creata la Casa termale insieme ai bagni. Dopo sono state create anche le ville e le pensioni. La stazione godeva all’epoca di un gran successo. La visitavano tra altro Julian Ursyn Niemcewicz e Hugo Kołłątaj. Dopo il 1830, quando la stazione termale perse un po’ d’importanza, molto ha fatto il professor Józef Dietl: ha creato il parco Zdrojowy. Anche se oggi Swoszowice fa parte della metropoli della Małopolska, il quartiere termale ha mantenuto il suo incanto tipico delle località termali, grande quantità di verde e l’interessante architettura delle ville e pensioni. Acque minerali: „Zdrój Główny”, "Napoleon". Oltre alle passeggiate nel parco Zdrojowy accanto all’architettura termale del XIX secolo, Swoszowice offre molte possibilità di riposo attivo. Ci sono molti campi sportivi e campi da tennis, nella zona si trova anche un maneggio. Il soggiorno a Swoszowice è un’ottima occasione per utilizzare l’offerta turistica e culturale di Cracovia. Strada facendo verso il centro, si passa tra l’altro il Santuario della Divina Misericordia di Łagiewniki. Occorre anche conoscere le attrazioni vicine delle località a sud della città. Vicino a Swoszowice (circa 10 km) lungo la strada frequentata e chiamata „zakopianka”, cioè strada nazionale nr 7, si trova la città Mogilany con un palazzo classico del XIX secolo – attualmente centro conferenze, intorno c’è un bellissimo parco con una struttura conservata del XVI- secolo realizzata secondo i modelli del rinascimento italiano. Le foreste nella zona di Mogilany costituiscono un’area perfetta per l’escursionismo. Ci sono inoltre due riserve naturali: Cieszynianka (vi cresce la rara pianta cieszynianka di primavera) e Kozie Kąty (il più bel complesso di abeti e faggi della foresta Bronaczowa vicino a Mogilany). Da Mogilany si passa a Świątniki Górne. È una città che all’epoca costituiva un centro artigianale. Da alcuni secoli famosa per i suoi prodotti di ferro battuto del fabbro artistico. Dal 1888 a Świątniki funziona la più vecchia scuola di fabbri ferrai della Polonia, e i suoi adepti producono serrature e lucchetti. Da visitare c’è anche la chiesa del XIX secolo, della quale cui l’attrazione è costituita dagli altari laterali trasferiti dalla Cattedrale di Wawel. Da qui a disposizione c’è una bella strada per Tyniec, sempre situato vicino Cracovia. C’è la possibilità di prendere la tangenziale. A Tyniec, su una collina rocciosa sopra il torrente della Vistola si trova l'Abbazia benedettina di quasi mille anni di storia, fondata già nell’XI secolo. Sebbene la maggior parte degli edifici è successiva (chiesa gotica del XV secolo ricostruita in stile barocco , così come gli edifici del monastero), sono pero conservate reliquie della struttura originaria romanica. La localizzazione pittoresca dell’Abbazia è più facile da apprezzare passeggiando lungo la Vistola sotto la rocca, sulla quale è ubicato il monastero. I sentieri d’escursionismo portano in mezzo alle colline e alle foreste di Podgórki Tynieckie. Molte attrazioni troviamo anche nei villaggi di Pogórze Wielickie, al fianco di Swoszowice verso sud. Da consigliare è la gita a Wola Radziszowska con la chiesa gotica sulle Tracce dell'Architettura di legno oppure la passeggiata seguendo i forti della Fortificazione di Cracovia lungo la così detta strada di rocada (strada che collega i forti e i vari altri elementi della fortezza), che da Swoszowice porta lungo il dorso panoramico verso est attraversando i vecchi villaggi di Rajsko e Kosocice, attualmente compresi dentro il confine di Cracovia. In questo modo si può arrivare fino a Wieliczka, con la miniera di sale, inserita nella lista dell’UNESCO.