Facebook link

13. Santuario di Nostra Signora di Fatima di Krzeptówki a Zakopane - Obiekt - VisitMalopolska

Indietro

Sanktuarium MB Fatimskiej Zakopane Krzeptówki

13. Santuario di Nostra Signora di Fatima di Krzeptówki a Zakopane

Kościół z dużym spadzistym dachem i wysoką wieżą. Do kościoła prowadzą duże schody.
ul. Krzeptówki 14, 34-500 Zakopane Regione turistica: Tatry i Podhale
tel. +48 182066420
A Zakopane e sui monti Tatra si possono visitare molti luoghi legati alla persona di Karol Wojtyła. Tra i più importanti vi è il Santuario di Nostra Signora di Fatima di Krzeptówki a Zakopane. La chiesa fu costruita dai montanari grazie alle donazioni elargite come voto di gratitudine per aver salvato la vita del Santo Padre Giovanni Paolo II nell’attentato a Piazza San Pietro il 13 maggio 1981.

Prima che fosse costruito il santuario, nel quartiere di Krzeptówki a Zakopane esisteva solo la Cappella dei Padri Pallottini, in cui era custodita la statua della Madonna di Fatima, donata nel 1961 dal cardinale Stefan Wyszyński, e poi consacrata dal vescovo Karol Wojtyła. Lui stesso, già papa, la incoronò nel 1987 durante una cerimonia a Roma in Piazza San Pietro, e dieci anni dopo consacrò personalmente la chiesa. Nei giardini del santuario di Krzeptówki si trova anche un altare presso il quale nel 1997 san Giovanni Paolo II, sotto il trampolino Wielka Krokiew, celebrò una memorabile e solenne santa messa e accolse l’omaggio dei montanari polacchi. Presso il Santuario di Nostra Signora di Fatima a Zakopane è presente anche un monumento al papa e una replica della croce del monte Giewont. Lungo il percorso verso il santuario si susseguono striscioni appesi sopra la strada, che rappresentano l’ultima preparazione dei pellegrini all’incontro con la Madonna di Fatima e suo Figlio. Ricordano la necessità di affidarsi alla Madonna e il ruolo della preghiera con il rosario. A questo scopo vengono in aiuto alcune citazioni tratte dagli insegnamenti del papa. Nelle campate della recinzione sono stati incorporati decine di rosari, in modo che l’area del santuario si intrecciasse simbolicamente con la preghiera che la Madonna chiese a Fatima.

È considerato uno degli esempi più tipici dello stile Zakopane e il più bell’edificio sacro in legno dei Monti Tatra, accanto alla Chiesa Vecchia in via Kościeliska a Zakopane. La sua struttura architettonica composta di assi a incastro su un alto basamento in pietra, con un ripido tetto a profilo spezzato sormontato da una delicata torretta, si fonde con il verde intenso del bosco di abeti sulle pendici di Jaszczurówka. L’interno della cappella è decorato con vetrate progettate da Stanisław Witkiewicz padre. L’edificio venne costruito da falegnami montanari sotto la direzione di Aurelian Blacha, che probabilmente fu il progettista dell’altare maggiore. Su entrambi i lati dell’altare in legno intagliato sono presenti vetrate colorate, a destra la Madonna di Częstochowa con lo stemma della Polonia, a sinistra la Madonna della Porta dell’Aurora con lo stemma della Lituania. Gli altari laterali, opera dello scultore popolare Józef Janos di Dębno, vennero aggiunti nel 1954. Da Jaszczurówka vale la pena fare un’escursione a Rusinowa Polana nei Monti Tatra, dove si trova l’incantevole cappella della Madonna di Jaworzyna Regina dei Tatra.