in tentazione

Kilka rumieniących się jabłek na gałęzi
Mele di Raciechowice
I frutteti di Raciechowice non hanno una storia locale così lunga, e la loro crescita intensa è accaduta nella metà del  XX secolo. Le mele di Raciechowice maturano al clima pedemontano, caratterizzato del sole abbondante sulle piste e le differenze notevoli delle temperature tra il giorno e la notte. Grazie a questo, le frutta ricevono un sapore delizioso, aroma e robustezza.



    mele di Lack
Le prime note sull’allevamento di frutta di Lack, le troviamo già nel XII secolo. La frutta secca di questa zona viaggiava lungo il Dunajec e la Vistola fino a Danzica, e dopo ancora più lontano. Le raccolte abbondanti di frutta, la loro succulenza e l’aroma eccezionale, Łącko lo deve al clima specifico, che anche oggi è una condizione essenziale nella vendemmia locale di mele,che si differenziano da altre, con un rossore intenso, come dicono i coltivatori: „molto più forte delle mele di altre regioni”.

    Prugna secca di Łukowice
L’antica tradizione dell’essicazione delle prugne di Lukowice Ha circa 100 anni e sono chiamate „suśnie”. Sono costruzioni arcaiche, per sicurezza, sono situate a distanza dai palazzi del villaggio. Costruite con fondi propri, costituiscono un’immagine dell’invenzione e intraprendenza degli abitanti, e le prugne essiccate conservano il loro sapore e gusto naturale, privi di qualsiasi conservante.

    suska sechlońska
Le prugne secche sono essiccate nei comuni di Iwkow e Laskow, principalmente in Sechna, di cui il nome deriva da „sechna”, cioè si asciuga in dialetto. Secondo la leggenda degli abitanti di questa regione, l’essicazione delle prugne è stata un’idea di un prete che anni fa voleva trovare qualche lavoro per far smettere a bere i parrocchiani. L’effetto di tali prove è oggi la „suska sechlońska”, con il sapore affumicato, con la buccia arancio e la polpa succosa, seccata in “susnie” riscaldate con il legno di faggio.

    Per riscaldarsi
Tra i prodotti tradizionali della Malopolska, non mancano gli alcolici, con la famosa śliwowica łącka (grappa di prugne) al primo posto. La storia della produzione a Lack di śliwowica risale alla fine del XIX e XX secolo. Oggi la produzione e la vendita dell’alcol di prugne rimangono illegali, e śliwowica è possibile assaggiarlo solo durante la Festa annuale della Raccolta di Frutta di Lack. Ovviamente, tali degustazioni godono una popolarità notevole. La lista di alcol tradizionali della Malopolska è completata da  jarzębiak izdebnicki e dalla ratafia di di sorba che costituiscono la continuazione di un’attività famosa della fine del XIX e XX secolo. Le Fabbriche di Vodche per Salute di Sua Altezza l’Imperatore e di Sua Altezza il Re Rainer di Izdebnik.