Cracovia

ul. Szeroka Kraków
A Cracovia possiamo trovarele tracce di una delle più antiche comunità ebraiche in Polonia. La primamenzione dell'esistenza di un quartiere di origine ebraica nella città risaleal 1304. Entro la fine del XV secolo, gli ebrei formarono qui due insediamentidistinti. Nel 1495, ci fu una fusione e la formazione della cosiddetta CittàEbraica nel quartiere di Kazimierz. In questo modo si formò un complesso unicodei monumenti ebrei all'interno di una singola area urbana. Grazie al rapidosviluppo della comunità ebraica nella forma della prima scuola talmudica inPolonia, la prima stampa ebraica e la presenza di figure del mondo ebraico cosìimportanti come Remuh Nathan Nata Spira, Cracovia era chiamata la Gerusalemme polacca.L'età d'oro della cultura ebraica in Polonia, con il suo centro a Cracovia,lasciò le sinagoghe più antiche, come la Vecchia Sinagoga oppure Remuh. Isecoli successivi videro l'ulteriore sviluppo e l'enorme diversità di questacultura. A Cracovia si sviluppavano il chassidismo, il movimento progressista eil sionismo. Tutti lasciarono un'impronta duratura: dagli edifici monumentalicome la Sinagoga Tempel, fino alle una piccole case di preghiera dellefraternità - come Koba Itim Le 'Tora. Anche i tragici anni della seconda guerramondiale lasciarono il segno: la Piazza degli Eroi di Ghetto, il sito del excampo di Płaszów e la Fabbrica di Oskar Schindler sono testimoni della storia.La guerra e l'occupazione sicuramente cambiarono il volto di Cracovia ebraica.Tuttavia, per più di sette secoli, la comunità ebraica, le sinagoghe e la vitaebraica continuano.

Multimedia